PROPAGANDA ELETTORALE - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

archivio notizie - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

PROPAGANDA ELETTORALE

 

Con delibera 40 del 11.04.2019 immediatamente esecutiva, in corso di pubblicazione, sono stati confermati i criteri di individuazione dei locali di proprietà comunale utilizzabili dai movimenti politici impegnati nella campagna elettorale per le elezioni europee e amministrative del 26 maggio 2019, come già individuati nella delibera n.64 del 16.04.2014.

 

In particolare si è deliberato:

Di individuare i locali di proprietà comunale da destinarsi a riunioni di propaganda elettorale come segue:

  • Sala Cattaneo c/o Parco Ghiotti;
  • Tensostruttura c/o Parco Ghiotti

 

Di determinare le modalità organizzative per la messa a disposizione del locale e dei luoghi pubblici sopra individuati come segue:

  1. I locali di proprietà comunale per comizi individuati nella presente deliberazione verranno resi disponibili ai partiti e ai movimenti politici presenti nella competizione elettorale previa istanza scritta, da far pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune con un congruo preavviso.
  2. L’Ufficio. Relazioni con il Pubblico, di concerto con l’Ufficio Elettorale provvederà a riscontrare la suddetta istanza entro 48 ore dalla richiesta.
  3. La concessione dei locali di proprietà comunale per lo svolgimento di comizi, ovvero per attività di propaganda elettorale, avverrà nel rispetto prioritario del principio della parità di accesso per ciascuna delle forze politiche richiedenti, garantendo un’idonea rotazione nel loro utilizzo, al fine di garantire uno svolgimento della campagna elettorale il più possibile ordinato e corretto.
  4. Nel caso di istanze concomitanti (per lo stesso luogo, nello stesso giorno e orario), verrà data priorità all’ordine di presentazione delle domande al Protocollo del Comune, ricercando comunque un accordo con i richiedenti. Per istanze concomitanti successive alla prima si applicherà il principio di parità di accesso, garantendo l’utilizzo dello spazio alla forza politica che non ne ha ancora usufruito.
  5. I richiedenti dovranno assicurare la piena autonomia dell’organizzazione dell’iniziativa.
  6. I locali di proprietà comunale verranno resi disponibili con gli arredi e le attrezzature già presenti (tavoli, sedie); il richiedente provvederà ad indicare all’Ufficio Relazioni con il Pubblico apposito consegnatario, incaricato della custodia e della restituzione delle chiavi del locale.
  7. L’utilizzo dei locali di proprietà comunale sarà concesso subordinatamente alle esigenze istituzionali dell’Amministrazione e, pertanto, in assenza di altre iniziative.

Di dare atto che eventuali ulteriori indicazioni operative potranno essere fornite in sede di provvedimento autorizzativo, in relazione a circostanze particolari non previste nel provvedimento citato.

 

Di demandare i provvedimenti inerenti e conseguenti, per quanto di competenza, al Responsabile dell’Area Affari Generali e Servizi alla Persona.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il