Contributi per rimozione e smaltimento amianto - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

archivio notizie - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

Contributi per rimozione e smaltimento amianto

 
Contributi per rimozione e smaltimento amianto

Regione Lombardia mette a disposizione una somma complessiva pari a 1.000.000 di Euro a sostegno di privati cittadini che effettuano rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto ubicati in edifici di proprietà privata situati in Lombardia, di qualsiasi destinazione d’uso.

Tale misura attua le politiche regionali in materia di smaltimento dell’amianto ancora presente sul territorio.

 

Possono presentare domanda, in qualità di potenziali beneficiari del sostegno finanziario, unicamente privati cittadini (persone fisiche, anche associate nel “Condominio” qualora sia costituito) proprietari di edifici, di qualsiasi destinazione d’uso, situati in Lombardia, nei quali siano presenti manufatti contenenti amianto.

Nel caso di più proprietari, compresi soggetti diversi dalle persone fisiche, il contributo potrà essere assegnato soltanto alle persone fisiche, secondo la quota di proprietà.

Per ogni edificio potrà essere presentata un’unica istanza.

 

Saranno oggetto di finanziamento regionale le spese sostenute da persone fisiche per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto da edifici di qualsiasi destinazione d'uso nel rispetto delle seguenti condizioni:

• i manufatti da rimuovere dovranno essere:

o coperture in cemento-amianto;

o altri manufatti in cemento-amianto posti all’interno degli edifici quali,

ad esempio, canne fumarie, tubazioni, vasche, ecc.;

o pavimenti in vinyl-amianto;

o manufatti in amianto friabile;

• i manufatti oggetto dei lavori devono essere stati denunciati, ai sensi dell’art. 6 della l.r. 17/2003, all’ATS competente prima della data di presentazione della domanda di finanziamento;

• gli interventi dovranno riguardare edifici di qualsiasi destinazione d’uso, di proprietà dei soggetti richiedenti; tali edifici dovranno essere al 100% di proprietà di persone fisiche o, nel caso di proprietari diversi da persone

fisiche, sarà ammissibile a contributo soltanto la quota parte ascrivibile alle persone fisiche, sulla base delle quote di proprietà;

• potranno essere finanziati unicamente progetti i cui lavori saranno iniziati e realizzati dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul BURL del bando (ossia dal 26/11/2020);

• potranno essere finanziati unicamente lavori per i quali non sia stato ottenuto altro finanziamento pubblico (eventuali agevolazioni fiscali non sono equiparate ad un “finanziamento pubblico” e sono pertanto compatibili, con l’eccezione del caso in cui ai lavori di rimozione e smaltimento sia applicabile la detrazione del 110%, che non è compatibile

con il contributo del presente bando);

• i lavori di rimozione dei manufatti contenenti amianto potranno essere effettuati solamente da parte di Ditte iscritte alla categoria 10 dell'Albo Gestori ambientali, il trasporto degli stessi per lo smaltimento finale in impianti autorizzati, da parte di Ditte iscritte alla categoria 5;

• gli interventi verranno realizzati nei comuni lombardi;

• gli interventi dovranno essere conclusi entro il 15/10/2021.

 

Il contributo, finanziato tramite fondo regionale, sarà a fondo perduto fino alla concorrenza massima del 50% dell’importo della spesa ammissibile e, in ogni caso, non oltre un massimo di 15.000,00 € per il singolo intervento.

La quota minima di autofinanziamento a carico del beneficiario è perciò pari al 50% della spesa ammissibile.

 

Le domande dovranno essere presentate on-line, attraverso la piattaforma informativa Bandi online a partire dalle ore 10.00 del giorno 18 gennaio 2021 e fino alle ore 16.00 del giorno 1 marzo 2021.

 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata pubblicata sul sito di Regione Lombardia.


Pubblicato il 
Aggiornato il